“KORVATUNTURI” IL VILLAGGIO SEGRETO DI BABBO NATALE!

Oggi cara squadriglia natalizia parleremo del “Villaggio di Babbo Natale” situato in Lapponia! alcuni di voi diranno: “ma come! abbiamo già trattato questo argomento, Rovaniemi la casa lappone del nostro caro Babbo” e bene amici miei, oggi vi svelerò un segreto che solo pochi conoscono. Il “vero” villaggio di Babbo Natale è un luogo incantato, nascosto e custodito da un magico bosco sulla vetta di una fiabesca montagna! Questa è la dimora segreta di Santa Claus a “Korvatunturi”, situata a nord di Rovaniemi vicino al confine orientale della Lapponia finlandese. Questo magico luogo non lo si deve confondere con “Santa Claus Village” sua “residenza di rappresentanza” e sede commerciale di cui abbiamo già parlato nel primo articolo di questo blog, per chi se lo fosse perso lascio qui il link http://giuliaeilnatale.com/sei-mai-stato-a-rovaniemi/.

Come nasce la leggenda?

Il primo a raccontare di questo posto incantato fu lo scrittore statunitense Clement Clarke Moore (1779-1863), il 23 dicembre 1823 nella poesia “A visit from St.Nicholas”. Secondo il folclore finlandese il villaggio, con la famosa casa-laboratorio di Santa Claus, avrebbe sede sulla montagna di Korvatunturi. La presunta esistenza del villaggio, però, è stata universalmente resa nota ad opera dell’autore finlandese Mauri Kunnas con il libro “Joulupukki” pubblicato nel 1981 e tradotto in molte lingue del mondo.

In finlandese Korvatunturi significa “montagna dell’orecchio”, il villaggio, infatti, si trova in cima all’omonima montagna alta 486 metri e dalla singolare forma di orecchio di lepre, al centro di un bosco ricco di piante conifere. La leggenda vuole che proprio grazie alla forma “di grande orecchio” dell’incantevole montagna, Babbo Natale riesca a sentire le voci dei bambini dell’intero pianeta e scoprire chi si comporta bene e chi no. Il caro Babbo, poi, riporta tutto su un grande libro dividendo i “buoni” dai “cattivi”. Grazie al suddetto orecchio qualcuno crede che il caro Santa riesca addirittura a percepire i desideri dei bimbi ed è per questo che alcuni ritengono superfluo spedirgli la famosa letterina! altri ancora invece, affermano che sia sufficiente per i bambini consegnare la loro lettera ai genitori i quali, leggendola poi ad alta voce, suggeriranno al buon Babbo i desideri dei loro piccoli. 

Il villaggio funziona come una minuscola città-Stato: emette francobolli, conia monete, ha una propria bandiera (di colore rosso con al centro la testa di una renna bianca) e anche uno stemma tutto suo (un immagine di Santa Claus sostenuta da due renne dorate). Nella città ci sono diverse guardie, con divisa in stile lappone, che vigilano in prossimità dei confini, sulla sede del Consiglio degli Anziani, presso la residenza dove Babbo Natale vive con la moglie Jessica Maria e vicino alla rimessa in cui viene conservata la preziosissima slitta. Varie casette, spesso costruite su alte palafitte, costituiscono l’agglomerato urbano dove abitano centinaia di gnomi costruttori di giocattoli. Un ampio recinto ospita le renne, nove di loro sono le famose aiutanti volanti che traineranno la slitta nella notte di Natale (Saetta, Ballerino, Schianto, Guizzo, Cometa, Cupido, Tuono, Lampo, Rudolph dal famoso naso rosso).

Vintage colour lithograph from 1898 showing Father Christmas and his reindeer flying through the sky

Ai piedi del monte, dove cresce il lichene, pascolano le renne le quali vengono accudite dagli gnomi più anziani. Nella cittadina non mancano alcuni laboratori di artigianato come le falegnamerie, laboratori di pittura, sartorie, rivenditori di beni alimentari e una scuola per i piccoli gnomi futuri aiutanti del caro Babbo. Il lavoro di questi operosi gnomi è importantissimo per l’esecuzione dei regali. Un momento di ritrovo per gli abitanti del borgo è quando, nel piccolo teatro del paese, vengono rappresentate storie tradizionali, cantate e ballate da gnomi “circensi”.

All’inizio di dicembre viene organizzata una grande festa in omaggio a Santa, prima della partenza per consegnare doni in tutto il mondo. In questa occasione il villaggio viene addobbato da decorazioni artigianali e la gli abitanti bevono il caffè nelle tazze di legno di betulla, mangiano i tipici biscotti lapponi di zenzero, il pudding di riso e la torta (joulutorttu) con farina di mandorle, buccia d’arancia, cioccolato e marmellata di prugne. https://blog.giallozafferano.it/passionecooking/joulutorttu-e-il-natale-finlandese/ Tutti questi cibi sono prodotti tanto amati dagli gnomi, notoriamente golosi. Il giorno della Vigilia di Natale il villaggio è sempre in fermento, tutti gli gnomi collaborano nella preparazione di tutto il necessario per il grande viaggio di Natale. Questo magico villaggio è ambito da molti ricercatori appassionati del Natale, ma nessuno è mai riuscito a trovarlo…per ora! 

La maggior parte degli appassionati vive la magica atmosfera natalizia nel Villaggio di Babbo Natale a Rovaniemi. Molti giunti in questo luogo di rappresentanza del caro Babbo, chiedo lui dove è situato il suo magico paesino d’origine, ma il buon Santa non rivela mai il suo magico piccolo mondo e con un sorriso sempre affettuoso consiglia a tutti i curiosi di chiudere gli occhi, mettere una mano sul proprio cuore e restare ad ascoltare…c’è chi giura di sentire delle vocine stridule ridacchiare e chiacchierare tra di loro e chi percepisce il profumo di dolcetti allo zenzero appena sfornati…ecco, il magico paesino esiste davvero quindi! Non credete anche voi?

alla prossima mia cara e preziosissima squadriglia natalizia! 

un abbraccio

IL NATALE A LEAVENWORT, UNA CITTA’ “BAVARESE” NELLO STATO DI WASHINGTON!

Oggi cara squadtiglia natalizia conosceremo un posto dall’atmosfera magica e del tutto inaspettato! Nel nord ovest degli Stati Uniti d’America, al confine con il Canada troviamo lo Stato di Washington territorio ricco di picchi innevati, prati verdi, cascate ed isole boscose. Questo scenario, tipico delle favole, vede al suo interno un piccolo borgo davvero speciale! un perfetto paesino natalizio: Leavenwort, una cittadina tra le montagne di soli 2.000 residenti. Nel periodo delle feste Leavenworth si trasforma in un vero e proprio paesino bavarese!

Ogni anno oltre mezzo milione di lampadine colorate si accendono per illuminare questa cittadina amante del Natale. Restano accese nel periodo che va da Thanksgiving fino a San Valentino per creare quella particolare atmosfera tipica dei Paesi del Nord Europa. L’invero a Leavenwort è ricco di manifestazioni sportive e turistiche, con musica, intrattenimento e tanto buon umore, tutto in stile rigorosamente natalizio.

Le manifestazioni invernali più importanti a Leavensworth sono quattro, la prima avviene l’ultimo weekend di novembre dedicato al Chrinstindlemarket, il mercatino si svolge nella strada principale Front Street Park e nella Festhalle.  Qui tutto si trasforma in un tipico paesino bavarese, cibi tradizionali, musiche, luci, decorazioni, arti e mestieri artigianali bavaresi. Il Christkindlmarkt è seguito dal grande festival delle luci di Leavenworth, che si svolge nelle prime due settimane di dicembre. In questo periodo non può mancare una visita speciale di Babbo Natale con la sua slitta carica di doni.

Il penultimo weekend di gennaio Leavenworth ospita il Bavarian Ice Festival, un grande fine settimana tutto dedicato alle attività invernali. Si organizzano gare di sculture di neve, gare di slitta e sculture di ghiaccio dal vivo. L’ultimo weekend di gennaio si svolge il Festival musicale Timbrrr che chiude la stagione. https://leavenworth.org/

Leavenworth, è sicuramente un paesino ricco di iniziative, perfetto per gli amanti del Natale. Qui la cultura bavarese si fonde con la magia del periodo natalizio, regalando emozioni e momenti indimenticabili.

Anche questo viaggio termina qui con cuore e mente rigenerati dalla nostra amatissima atmosfera natalizia! come faremmo senza di lei? Intanto, se volete continuare ad emozionarvi e ad ammirare questo bellissimo borgo addobbato a festa, vi lascio un video qui sotto! ci vediamo squadra natalizia, ciao!

ALLA SCOPERTA DELLA FIERA DI ATLANTA CON “NORTH POLE CHRISTMAS SHOP”

Cara squadriglia naralizia! Noi apposionati del Natale amiamo l’oggettistica tipica di questa festa. Gnomi, Babbi, pupazzi di neve e piccoli paesaggi riprodotti in diverse forme e fantasia. I negozi a Natale offrono ogni tipo di scelta in merito, ma alcuni venditori prongono oggettistiche particolari e ricercate, dove le trovano? Oggi scopriremo dove i rivenditori del Natale trovano i nostri prodotti preferiti! In particolar modo parleremo della Fiera di Atlanta! Tale luogo espositivo è un punto di incontro molto importante per fornitori e distributori! Un Expo indubbiamente di rilievo e sempre molto gettonato. I prodotti esposti diventano vere e proprie opere che i distributori esaminano con parsimonia prima di procedere con i loro acquisti. Durante il corso dell’anno la fiera ospita molti eventi, ma noi ovviamente, ci soffermeremo sul nostro evento preferito, ovvero il Natale…e vivremo questa bellissima esperienza grazie ai racconti di Andy, proprietario di North Pole, che ogni anno si reca ad Atlanta per effettuare le migliori scelte da proporre ai suoi affezionati e nuovi clienti.

Ciao Andy, ben tornato, non sei nuovo su questo blog! oggi ci racconti un’altra parte del tuo lavoro…La fiera di Atlanta, cosa c’è da dire in generale su questa Fiera internazionale? in primis ti chiederei di descriverla, come è fatta, come è suddivisa, come lo si può raggiungere…

Ciao Giulia, sono molto contento di essere ancora sul tuo bellissimo blog e sono davvero contento di condividere informazioni con te e con i tuoi appassionati lettori.

AmericasMart Atlanta in Georgia è un complesso che ospita angoli espositivi di prodotti Americani e non solo tutto l’anno, le esposizioni sono permanenti per tutti i 12 mesi. La fiera è aperta al pubblico (operatori del settore) nel mese di Gennaio e nel mese di Luglio, ma durante il resto dell’anno gli show-room espositivi sono accessibili previo appuntamento. Oltre agli stands permanenti, la fiera ospita anche una serie di stands temporanei più piccoli per rappresentanti “minori” come gli artigiani o gli artisti che sono in cerca di clienti per far crescere il proprio business e che spesso vendono direttamente in loco. Come accennato prima, l’accesso alla fiera è riservato esclusivamente agli operatori del settore (di cui North Pole fa parte), essendo un’azienda registrata le operazioni di accesso e richiesta badge sono più snelle ma il primo anno ho dovuto effettuare alcune operazioni burocratiche con l’organizzazione prima di poter accedere.

La struttura commerciale è suddivisa in tre edifici indipendenti ma collegati tra loro, di cui il più alto supera i 20 piani, essa è situata nel quartiere Downtown di Atlanta, il più grande distretto commerciale della città, inoltre il quartiere ospita le sedi centrali di molte società locali e nazionali, uffici del Governo, l’Università Statale della Georgia, molte strutture sportive e attrazioni turistiche.

Giulia e il Natale - AmericasMart Atlanta - North Pole Christmas Shop

Raggiungerlo dall’aeroporto è molto semplice grazie linea metropolitana della società Marta.

Nella stessa area, a pochi minuti a piedi dalla struttura fieristica, si trova una delle icone di Atlanta: il museo della Coca-Cola, cosi come l’Acquario ed il Parco Olimpico, un parco di 8.5 ettari costruito per i Giochi Olimpici di Atlanta nel 1996. Direi che la zona è sicuramente la più turistica della città.

Ah però ce ne sono di cose da sapere! Ma arriviamo al “succo” parlami degli stands fieristici relativi al nostro amatissimo Natale, quando si tengono? quanti sono? cosa propongono?

Come già anticipato molti fornitori e produttori hanno un stand fisso alla fiera di Atlanta, cosi come in altre tipo Dallas e Las Vegas, ma le fiere principali si svolgono a gennaio e luglio (forse Agosto quest’anno a causa della pandemia).

Giulia e il Natale AmericasMart Atlanta North Pole Christmas Shop

Il Natale non è l’unico tema presente, arredamento e oggettistica per la casa sono altri temi proposti. Visitare tutti gli stands è davvero faticoso, si cammina molto e ci sono tante bellissime cose da vedere ma l’entusiasmo di entrare in questo magico mondo aiuta a superare anche i piccoli momenti di stanchezza psico-fisica. A gennaio ricordo di essere arrivato verso le 14,00 ad Atlanta dopo un viaggio aereo di diverse ore, eppure, dopo il check-in in hotel, sono corso in fiera per non perdere neanche un minuto ed iniziare a vedere tutti quei meravigliosi prodotti esposti.

Non ho mai contato quanti sono gli espositori dedicati esclusivamente al Natale ma sono sicuro saranno circa i 200-250 fornitori. Chiaramente non tutti offrono prodotti interessanti per il mio target e per il mercato Europeo, ad esempio ci sono tanti fornitori di luci per decorazioni esterne ed interne, questo è un prodotto che personalmente ho scelto di non trattare per diversi motivi.

Giulia e il Natale AmericasMart Atlanta North Pole Christmas Shop

Il mio interesse è verso una tipologia di prodotti di medio/alta qualità (target di North Pole Christmas Shop) ma i prodotti sono difficili da reperire in Europa per questo le proposte di North Pole viaggiano dall’America fino in Europa, dando la possibilità al pubblico europeo di poter apprezzare prodotti natalizi provenienti da un altro continente sempre attento a questa tematica. Con un pizzico di orgoglio e di auto celebrazione, penso di poter affermare che North Pole è un negozio in cui le tradizioni del vecchio e del nuovo mondo si fondono e portano il visitatore a sentirsi trasportato in un posto magico ed unico, ma d’altronde questo lo dicono anche i clienti e gli amici che visitano il sito di North Pole.

North Pole Christmas Shop Giulia e il Natale AmericasMart Atlanta

Un episodio che ti ha colpito? una richiesta particolare di un cliente?

Quello che i clienti chiedono sempre sono foto e video dei prodotti. Questa è un’ attività molto piacevole ma che porta via molto tempo. In effetti tendo a fare sempre molte foto e video. L’ultima volta ho dovuto portare un hard disk esterno per salvare in hotel tutto il materiale del giorno in modo da essere pronto a ripartire il girono dopo con memoria libera.

Ho un caro amico e cliente, gran collezionista, che mi chiede foto di oggetti specifici e/o di nuovi brand, per cui scatta la ricerca all’interno del labirinto fieristico cercando di soddisfare la sua richiesta al meglio delle possibilità.

Cinque giorni non sono abbastanza per girare tutti gli edifici, fare foto, effettuare gli ordini, entrare in contatto con nuovi fornitori etc…ma ogni volta cerco di ottimizzare al meglio tutto il tempo che ho a disposizione.

Albero con luci - Giulia e il Natale North Pole Christmas Shop

Hai conosciuto persone interessanti con le quali hai condiviso la tua passione per il Natale?

Ho incontrato a gennaio un venditore e collezionista Americano con il quale abbiamo condiviso diverse occasioni, abbiamo anche parlato di eventuali collaborazioni future. Ho avuto modo di incontrare e di parlare con Jim Shore, artista americano famosissimo per il suo stile unico ed autore di tantissimi pezzi natalizi (collabora anche con la Disney), il quale mi ha regalato due Woodstock autografati. La cosa buffa è che ci siamo rivisti dopo tre settimane in UK ed in quell’occasione mi ha autografato e regalato un suo libro. 

Ho incontrato alcuni dei titolari dei vari brand che distribuisco, tra cui Bethany Lowe, Mark Roberts, Karen Didion. Chiaramente hanno tanti designers che li aiutano e sviluppano nuovi soggetti ma è sempre bello parlare ed incontrare dal vivo queste “celebrita’” del Natale.

Santa Claus Bethany Lowe Giulia e il Natale North Pole Christmas Shop

Dai, ce lo puoi dire?! il tuo stand preferito…e perchè?

Sicuramente fino allo scorso anno ho amato lo showroom di Katherine’s Collection, ad oggi chiuso in quanto il brand è stato venduto e verrà distribuito da una società differente.

Visito sempre con moltissimo piacere lo shoowroom di Bethany Lowe, persone speciali con le quali ho un ottimo rapporto e che mi hanno anche invitato ad un loro piccolo party aziendale. Con Bethany, tra l’altro, stiamo anche lavorando ad un progetto comune, al momento accantonato per via dell’ attuale emergenza sanitaria ma che verrà ripreso appena possibile.

Tantissimi sono gli showroom che meritano e tutti hanno caratteristiche diverse ma ammetto che il mio showroom preferito è decisamente quello di Mark Roberts. Lo è non solo per i bellissimi prodotti che si possono trovare ma anche per il modo in cui sono esposti e per l’ambientazione proposta.

Mark Roberts Showroom AmericasMart Atlanta Giulia e il Natale

Fortunatamente ho un video, che ti lascio di seguito, perchè le parole non basterebbero a descrivere la magia che si percepisce all’interno di questo showroom cosi natalizio. Animazioni, colori, alberi rotanti, buffi elfi dagli abiti ben curati che scrutano i visitatori in ogni angolo dello showroom, Babbi Natali adornati in teche riccamente addobbate, davvero un’atmosfera incantata dove si può respirare il festoso spirito del Natale.

Andy, confesso anche io ho un debole per questo brand, gli Elfi poi, una cura del dettaglio impeccabile! c’è un prodotto di questo brand al quale sei particolarmente affezionato? e il prodotto più richiesto?

Difficile dirti quale sia il mio prodotto preferito. Sicuramente ho un debole per la ruota gigante che ho preso lo scorso anno e che fa parte della mia vasta collezione. Non a caso è parte della linea North Pole di Mark Roberts. Quest’anno sono innamorato di un set di porta calze da mettere sul camino che riportano degli incantevoli Soldatini Natalizi con strumenti musicali. Gli elfi, che piacciono cosi tanto anche a te, sono probabilmente il prodotto che più caratterizza Mark Roberts e sono molto richiesti. Bisogna però dire che Mark Roberts è un brand particolarmente costoso per via dell’alta qualità e cura dei dettagli (basta pensare ai tessuti usati) per questo in Europa ancora fatica a primeggiare tra i brand natalizi più venduti.

Mark Roberts Nutcrackers calze natalizie Giulia e il Natale

La mia curiosità mi porta sul “tecnico” ora! rapporto tra fornitore-intermediario e cliente finale…spiegami questa “difficilissima” storia! a mio dire per esperienza non sempre ben compresa…anche il “Natale” ha le sue “regole commerciali” suppongo…

E bene si Giulia, anche il Natale, pur essendo un mondo magico e da sogno, ha delle regole commerciali a cui bisogna sottostare. Se pur con grande passione ed immenso piacere, non posso negare che i viaggi che faccio (come questo ad Atlanta) per visitare le fiere di settore ha un prezzo che va ad incidere sul costo del prodotto finale. Avendo optato per un target di prodotti di medio/alta qualità il costo iniziale già è significativo, a questo si va ad aggiungere anche il costo di importazione, che include trasporto, dazi doganali ed oneri accessori. Con molta onestà devo dire che importare dall’America non è un’operazione particolarmente conveniente in termini economici, ma resta la soddisfazione di portare in Europa prodotti difficili da reperire e di poter offrire un’ampia selezione agli amici e ai clienti di North Pole. Far convivere passione e business non è sempre facile e purtroppo non sempre viene compreso, ma è anche vero che tanti clienti si complimentano per il servizio offerto sia in termini economici che per la cura e l’attenzione che metto nel renderli contenti e soddisfatti.

Karen Didion Santa Claus e Mrs Claus Giulia e il Natale North Pole

Argomento ostico in effetti, ma la passione che trasmetti mentre mi racconti le tue “avventure natalizie” fa percepire sensibilmente tutto l’amore che c’è dietro ogni singolo gesto, dallo scatto di una foto alla spedizione di un prodotto. Ne approfitto, tra l’altro, per ricordare che sei sempre operativo con “North Pole” su facebook e youtube proponendo sempre nuovissime immagini di prodotti ed appassionanti video. https://www.northpolechristmasshop.com/

Andy grazie, parlare con te è sempre un piacere! Tornerò presto a farti altre domande inerenti alle tue esperienze natalizie, va bene?

Certo Giulia, anche per me è sempre un piacere, in tanto grazie mille e a presto!

Anche questo viaggio si conclude qui! Gioia e allegria sono sempre dalla nostra parte in puro spirito natalizio.

Dove ci condurrà il prossimo viaggio? Io un idea già ce l’ho ma non posso svelarvi nulla! Alla prossima meravigliosa squadriglia!

“SANTA CLAUS” LA CITTA’ DI BABBO NATALE IN “INDIANA” (AMERICA)!

Oggi cara Squadriglia Natalizia è tempo di far visita agli abitanti di una città decisamente particolare e a dir poco bellissima! Questa è la città di Babbo Natale e si trova in Indiana, America! Ma come, Babbo Natale non vive nella nevosa Europa del Nord? si, è vero, vive nel Nord del nostro continente, ma…questa cittadina natalizia…è proprio sua! Il nostro caro Babbo, tanti anni fa, ha aiutato una piccola comunità a costruire una città con il suo nome! Ecco a voi la leggenda di “Santa Claus” in Indiana…

La storia di questa particolare cittadina inizia molto tempo fa, quando una piccola comunità, chiamata all’epoca “Santa Fe”, si stanziò a 60 miglia da Evansville in Indiana. In prossimità dell’arrivo del periodo natalizio inaugurarono il loro Ufficio Postale felici di poter inviare, per la prima volta, dei biglietti di auguri ai propri cari che abitavano in altri Paesi lontani. Sfortunatamente, però, arrivò una comunicazione che avvisò i residenti della novella cittadina che, in Indiana, esisteva già un Ufficio Postale omonimo e quindi la città non poteva ottenere un ufficio di spedizioni tutto suo a meno che non avesse scelto un nuovo nome. Cosa fare? La sera della Vigilia di Natale del 1852 la comunità si riunì in una chiesetta fatta di tronchi per poter discutere della faccenda e scegliere quindi un nuovo nome per la loro nuova città. Dopo un po’ di tempo, nel cuore della discussione,  improvvisamente il vento soffiò forte ed aprì la porta della chiesa. In lontananza i cittadini udirono un suono di campane che risuonavano nella tranquilla notte invernale. Era abbastanza sconcertante poiché tutti erano nella piccola chiesa e in torno alla comunità le terre erano disabitate per molte miglia. Gli unici che non rimasero perplessi furono i bambini, anzi, uno di loro con voce entusiasta urlò: “È Babbo Natale” (Santa Claus in Inglese). La comunità scelse così il suo nuovo nome ovvero “Santa Claus”.

Melissa Brockman, direttore esecutivo dell’Ufficio Visitatori della Contea di Spencer, ancora oggi racconta a tutti i turisti la bellissima leggenda che c’è dietro il nome di questa particolare città. Gli abitanti di “Santa Claus” affermano con orgoglio che da loro il Natale si celebra tutto l’anno, ogni singolo giorno. La città, vede al suo interno delle aree urbane che riportano nomi natalizi, come la “Christmas Lake Village” agglomerato residenziale che copre oltre 2.000 acri e tre laghi.

Anche le vie ed i negozi portano nomi in onore di questa festa e del suo paladino, ad esempio il principale negozio di ferramenta della città si chiama “Gli attrezzi di Babbo Natale” ed insieme a lui troviamo: “Santa’s Lodge” (frequentatissimo hotel della contea), “St. Nick’s Restaurant”, “Frosty’s Fun Center” (una tavola calda in centro città), “Santa Claus Car Care” (officina meccanica e lavaggio auto), “Lake Rudolph Campground” (un bellissimo campeggio immerso nel verde), “Evergreen Boutique” (negozio di accessori per la casa) e molto altro.

Santa Claus Indiana. Santa Claus Land of Lights at Lake Rudolph Campground and RV Resort.

La città, con una popolazione di circa 2.500 abitanti, ha strade con nomi come “Silver Bell Terrace”, “Candy Cane Lane”, “Reindeer Circle” e “Prancer Drive”. I camion dei pompieri locali sono soprannominati “Rudolph”, “Dasher” e “Blitzen” come le renne di Babbo Natale. Tra i punti di riferimento per le vacanze a “Santa Claus” ci sono l’annuale “Parata di Babbo Natale” e la “Terra delle luci di Santa Claus” a 2 miglia sul Lago Rudolph, dove poter imparare la magica storia di Rudolph, la renna dal naso rosso e altre storie natalizie.

I turisti di tutte le età vengono sempre accolti con molto calore dagli abitanti! L’accesso al  “Museo di Babbo Natale” è gratuito tutto l’anno ed il sindaco organizza periodicamente incontri di lettura nella storica chiesa risalente al 1880 e festose occasioni dove grandi e piccini possono scrivere e spedire una lettera a Babbo Natale, inoltre, i bambini possono far visita a Babbo Natale nel suo personale negozio durante le festività natalizie. 

L’Ufficio Postale di Santa Claus riceve (durante il periodo natalizio) circa 13.000 letterine al giorno ed è l’unico “ufficio postale di Babbo Natale”, in America, operativo tutto l’anno! l’ufficio ha un timbro postale diverso per ogni stagione dal 1983. Il timbro postale è progettato, ogni anno, da uno studente delle scuole superiori  (dell’ Istituto d’Arte locale) e viene scelto tramite un vero e proprio concorso al quale partecipano gli studenti più talentosi nel disegno.

All’entrata della città è situato un grande Babbo Natale di  circa 40 tonnellate! la statua in granito poggia su una base speciale a forma di stella di Betlemme con la sua punta più grande che indica la strada verso est ovvero verso la città dove per i Cristiani di tutto il mondo è nato il Messia. https://www.youtube.com/watch?v=I7d_0m7oICE&t=83s

Questa città decisamente caratteristica merita di essere visitata in ogni momento dell’anno! Gli Hotel anche d’estate ripropongono location in stile invernale, con caminetti accesi e cioccolate da bere in compagnia dei propri cari https://santaclausind.org/.

A Santa Claus tutto è possibile, tutto è magia! Che ne dite Squadriglia Natalizia, facciamo le valige e partiamo? io sono pronta! Zaino in spalle e cappello da folletto in testa…si parte! https://www.tripadvisor.com/Attractions-g37506-Activities-Santa_Claus_Indiana.html

RACCONTI, POESIE E ROMANZI! UN NATALE TUTTO DA LEGGERE!

Buongiorno mia bella squadriglia natalizia! oggi è tempo di letteratura! leggere mi piace molto (e anche scrivere, ma questo lo sapete già) quindi come potevo non andare a cercare qualche testo sul Natale? ce ne sono veramente tanti! Spesso molte persone se pensano ad un libro dalla tematica natalizia immaginano un libro per bambini, storielle fantasiose magari arricchite con immagini da colorare! si, certo, ci sono libri di questo genere, ma di certo non sono gli unici! la letteratura ci ha regalato libri meravigliosi sul Natale, romanzi romantici e ricchi di valori in cui credere! alcuni sono famosi, altri meno, per questo la mia curiosità mi ha portata a cercare libri da leggere e consigliare a tutti noi amanti del Natale! Qui ne riporto solo alcuni, ma vi garantisco che la lista potrebbe essere molto più lunga! bene dunque iniziamo a vedere quali sono questi bellissimi libri ricchi di magia…

Canto di Natale, di Charles Dickens

Un grande e amatissimo classico del Natale, che non poteva passare inosservato. Su di lui abbiamo già letto qualcosa nell’articolo “IL NATALE DI CHARLES DICKENS!” Una grande storia sulla possibilità di cambiare il proprio destino. Una riflessione sul presente, il passato e il futuro. Un grido in difesa dei più deboli  come i bambini sfruttati per lavorare senza dare loro un adeguata istruzione durante la grigia Inghilterra  Vittoriana. Una favola commovente e romantica. Protagonista è il vecchio e avaro finanziere Ebenezer Scrooge che nella notte di Natale viene visitato da tre spettri, lo spirito del Natale Passato, lo spirito del Natale Presente e lo spirito del Natale Futuro. Essi lo accompagneranno verso una conversione radicale che lo renderà un uomo dall’inconfondibile altruismo e generosità. Un rapporto prezioso e riflessivo tra l’uomo e il tempo il tutto un uno scenario magico e ricco di atmosfera Natalizia che diventerà un emblema dei Natali successivi in tutto il mondo. https://www.amazon.it/Canto-Natale-Charles-Dickens/dp/8809777735

“La notte prima di Natale” di Clement C. Moore

Poesia pubblicata per la prima volta nel 1823 in forma anonima, ufficialmente attribuita a Clement Clarke Moore. Lo scenario è a dir poco magico, neve che scende lenta sui tetti imbiancati durante la notte della Vigilia di Natale e qualcuno che sbircia da una finestra…sogno o realtà? Dobbiamo a questa romantica poesia la concezione americana di Babbo Natale, aspetto paffuto, il viaggio sulla slitta volante, il numero e il nome delle renne sue accompagnatrici e la consegna dei regali. Come non innamorarsi di un lettura simile? https://www.lafeltrinelli.it/libri/clement-clarke-moore/notte-prima-natale/9788842533115?awaid=9507&gclid=CjwKCAjwrvv3BRAJEiwAhwOdM2utqEApkmFC-RUtr6CSqNF7KK_K3AumIW8gmw0pvfTjC3oobIlSRxoCas4QAvD_BwE&awc=9507_1593776517_45db668f4c9b4c636fb8636eeb52daa4

La leggenda della rosa di Natale, di Selma Lagerlöf

Selma Lagerlöf, prima donna ad aver ricevuto il premio Nobel della letteratura nel 1909. Lo scenario è quello della Svezia innevata, ricca di miti e di leggende, delle storie tramandate da padre in figlio, lette e ascoltate durante le lunghe notti nordiche illuminate tiepidamente dalle candele accese. La storia narra la nascita di un bellissimo fiore su un albero ricoperto di neve in un bosco dallo scenario fantastico. Tutto può succedere, la fantasia scalda i cuori e la realtà viene raccontata attraverso occhi fantasiosi e ricchi di immaginazione. https://www.mondadoristore.it/leggenda-della-rosa-di-Natale-Selma-Lagerlf/eai978887091537/

Lettere da Babbo Natale, di Tolkien

Dalla prima lettera scritta al figlio maggiore di Tolkien nel 1920 all’ultima, del 1943, per la figlia, questo libro raccoglie tutte le lettere e i disegni che Babbo Natale ogni anno inviava ai figli di Tolkien. Un racconto, un diario, una raccolta di storie piene di amori ed immagini che fanno sognare. https://www.ibs.it/lettere-da-babbo-natale-libro-john-r-r-tolkien/e/9788845293894

Vita e avventure di Babbo Natale, di L. Frank Baum

Questo libro adatto anche per i più piccini, racconta la storia del nostro amatissimo Babbo Natale dalla sua infanzia nella foresta incantata di Burzee al desiderio di dedicare la propria vita alla costruzione e la consegna dei doni. Tra giocattoli di legno e creature magiche ci immergiamo in un racconto da leggere tutto d’un fiato che ci farà conoscere molti segreti sulla magica festa tanto amata. https://www.garzanti.it/libri/l-frank-baum-vita-e-avventure-di-babbo-natale-9788811811411/

Un sogno di Natale, di Louisa May Alcott

Il volume raccoglie tre racconti dedicati al Natale: Un sogno di Natale, e come si avverò, Un Natale in campagna e Un nuovo modo di trascorrere il Natale. L’ autrice si riesce a infondere calore e bontà attraverso queste storie basate sui valori fondamentali e su un toccante lieto fine. https://www.anobii.com/books/Un_sogno_di_Natale_e_come_si_avver%C3%B2/9788862612128/016ed7bc8fd2d8af23

Il libro di Natale, di Selma Lagerlöf

Il Natale svedese, l’inverno, la neve, i racconti sussurrati ai bambini davanti al camino, la nostalgia dell’infanzia. Le fiabe popolari, così dolci ma anche così crude, antichi ricordi: sono questi i tratti fondamentali degli otto magnifici racconti creati dalla penna di Selma Lagerlöf, narratrice svedese riconosciuta come “la più grande scrittrice dell’Ottocento”. Selma Lagerlöf attinge dalle fiabe della tradizione nordica per scrivere otto racconti senza tempo, di grande semplicità, ricchi di morale, per raccontarci la storia di una bambina che trascorre la notte di Natale a guardare le illustrazioni di un libro (scritto in una lingua diversa dalla sua). https://iperborea.com/titolo/315/

Cosa ne pensate squadriglia natalizia? quale trama o quale titolo vi ha colpito di più? io personalmente ne ho già letti qualcuno ed ora corro a leggere gli altri che mi mancano! voi avete già letto uno o più di questi libri? quale consigliate? fatemi sapere…

un grande abbraccio e alla prossima! 🙂

GLI ELFI, FEDELI AIUTANTI DI BABBO NATALE!

Ciao meravigliosa squadriglia natalizia, in questa settimana mi sono sentita particolarmente sognatrice (e bene si, ancora di più), ho letto bellissime leggende e favole per tutte le età! http://www.treccani.it/enciclopedia/tag/babbo-natale/ Per questo l’argomento che propongo oggi riguarda i magici esseri aiutanti del nostro caro Babbo: gli Elfi, operosi spiritelli appartenenti alle culture pagane del Nord Europa. Alcune miti narrano le avventure di questi magici esseri che proteggono case, giardini e fanno qualche dispetto. https://www.focusjunior.it/scienza/il-natale-nel-mondo-le-tradizioni-del-nord-europa/ Ci sono tanti tipi di Elfi! Elfi del bosco, Elfi domestici e ci sono anche gli Elfi di Natale! ecco dove la nostra curiosità natalizia si sofferma per saperne di più. In Islanda, ad esempio, troviamo la leggenda dei 13 folletti (jólasveinar, ovvero «i giovani del Natale»), i quali collaborano con Babbo Natale nella preparazione dei doni che consegnerà nella magica notte tanto amata. https://www.focusjunior.it/scienza/il-natale-nel-mondo-le-tradizioni-del-nord-europa/ Questi buffi personaggi, spesso, sono rappresentati con l’aspetto simile a folletti o a piccoli orchi vestiti con abiti tipici dei contadini o montanari. Nell’articolo dedicato al Natale in Islanda, http://giuliaeilnatale.com/?s=islanda abbiamo già fatta cenno alla tradizione islandese degli Elfi natalizi, i quali a partire dal 12 dicembre fino al 6 gennaio del nuovo anno, iniziamo a scendere dai monti uno dopo l’altro per fare scherzi agli abitanti. Niente paura! in realtà sono esseri molto giocosi e amano tutti i bambini che lasciano fuori la finestra qualche dolcetto per loro in cambio di qualche piccolo dono. La tradizione olandese parla invece di Zwarte Piet («Pietro il Moro»), che nella notte tra il 5 e il 6 dicembre, aiuta San Nicola a portare i doni. In altre versioni ancora lo stesso Babbo Natale è ritenuto un elfo! https://www.viviamsterdam.it/natale/amsterdam-natale-tradizioni-olandesi.html

Dalle leggende nord europee deriva la tradizione americana,  nata nel 1856 da Louisa May Alcott in un libro intitolato “Folletti di Natale”, che però non venne mai pubblicato. La tradizione è poi proseguita in alcune incisioni del 1873 del Godey’s Lady’s Book, dove ritratti vediamo degli Elfi che circondano un Babbo Natale intento nella preparazione dei doni.

Tra le tante leggende sicuramente una delle più attrattive è quella, che riporta nel dettaglio tutte le varie mansioni di questi essere magici, eccone alcuni…

  • Alabaster Snowball è il Responsabile della lista di Babbo Natale. Un ruolo decisamente importante! In Islanda, ad esempio, i i bambini buoni ricevono doni i più monelli delle patate secche!
  • Bushu Evergreen è l’inventore della macchina che rendere magici i regali.
  • Minstix Pepper è il guardiano della casa e della fabbrica di Babbo Natale.
  • Shinny Upatree è il “braccio destro” di Babbo Natale nell’organizzazione e gestione del suo magico villaggio.
  • Sugarplum Maria ( chiamata anche Mary Christmas, per essere ancora più in tema) aiuta la moglie di Babbo Natale a preparare dolci e piatti prelibati.
  • Wunorse Openslae si occupa invece della manutenzione della slitta magica e delle renne.
  • Tra gli altri nomi, a seconda dei diversi Paesi, ci sono anche Faldafeykir, Gluggagaegir, Ketkrokur, Kertasnikir, Skyrjarmur, Bjalminn sjalfur, Redda, Sledda e tutti hanno ruoli molto importanti.

Gli Elfi, al di là delle loro differenti caratteristiche, hanno tutti in comune l’amore per gli animali, per la natura, la passione per gli scherzi e una vita molto longeva. Amano mangiare il “pan di zenzero” e sono dei gran lavoratori riescono a fare molte cose durante il giorno grazie alla loro innata capacità di organizzazione. Mi raccomando, se vi capita di invitare a pranzo un Elfo di Babbo Natale, sappiate che loro mangino molto meno di noi umani, questo è perchè sono molto più piccoli fisicamente, infatti si divertono a nascondersi in ogni angolo e luoghi più impensabili.

Di Elfi quindi ne esistono tante “famiglie” quelli natalizi sicuramente sono i nostri preferiti. Senza di loro Babbo Natale non potrebbe mai riuscire a fare tutto in tempo a preparare doni da consegnare a grandi e piccini. https://www.youtube.com/watch?reload=9&v=IP5K1xVLSRk

Oggi abbiamo viaggiato nel mondo delle favole cara squadriglia natalizia! quanto ci piace sognare? vorrei tanto andare a fare visita a Babbo Natale e ai suoi magici aiutanti perchè io nel profondo del mio cuore so che questo posto incantato esiste…chi viene con me?

un abbraccio amici! alla prossima!

UN NATALE IN STILE SHABBY CHIC!

Cara squadriglia natalizia, mentre il caldo arriva e il sole gioca a nascondino con le nuvole, noi amanti del Natale andiamo sempre cercando idee, immagini, scenari e ambientazioni in tipico stile natalizio. Quanto ci mancano i caminetti accesi? il profumo dei biscotti e della cannella? le lucine colorate fuori le finestre? molto! ma non demordiamo! Molti di noi hanno elementi natalizi nella propria casa tutto l’anno (chi più chi meno, io li ho ovunque e a casa mia sembra sempre la Vigilia di Natale). Ognuno ha il proprio stile e dona il proprio tocco natalizio agli arredi domestici, molti negli ultimi anni scelgono uno stile romantico e classico, in voga e ricercato in tutto il mondo, sto parlando dello stile Shabby Chic! Oggi parleremo proprio di questo stile e di come esso assume una nota decisamente “fiabesca” sopratutto nel periodo Natalizio! tante curiosità e idee ci attendono! Cominciamo…

Lo shabby chic è uno stile di design di interni in cui accessori, mobili e arredi per la casa assumono un’ aspetto invecchiato ed usurato, che può essere autentico o realizzato appositamente.

Lo stile shabby chic nasce in Gran Bretagna e rievoca il tipo di decorazioni delle case di campagna inglesi, arredate con divani e tende in chinz e vecchie pitture. Elementi caratterizzanti di questo stile riprendono anche le dolci note decorative dei dipinti svedesi del XVIII secolo, dei castelli della Loira francesi e dal design degli Shakers americani. Il termine “shabby chic” compare per la prima volta nel 1980 in una rivista britannica.

Lo stile dona romanticismo ed eleganza a tutte le stanze della casa e per gli appassionati è un vero e proprio modo per sperimentare la propria creatività e dare vita a meravigliose decorazioni utilizzando materiali dimenticati spesso in cantina o lasciati in qualche cassetto.

Il periodo natalizio, ovviamente, non poteva sfuggire a questa ondata dolcemente creativa. Ogni anno gli amanti dello shabby chic e del Natale creano ambientazioni da favola e ci regalano immagini meravigliose.

Come possiamo creare un Natale in stile Shabby Chic? vediamo di saperne qualcosa di più…

Dalle decorazioni all’albero e alle candele, bastano alcuni piccoli dettagli per creare un atmosfera in perfetto stile retrò sabbi chic.

Cominciamo dalle decorazioni. La tradizione vuole che, sopra al caminetto, si mettano le calze di Natale (io personalmente le lascio appese tutto l’anno, non si sa mai! Magari il caro Babbo passa a farmi visita) Non avete un caminetto? Potete crearne uno “artificiale” o potete fare delle composizioni scenografiche anche vicino alla credenza della cucina o in un bell’angolo del salotto. Recuperate dei sacchi di juta (vecchie borse della spesa, sacchetti delle patate o calze della Befana in disuso), tagliatele, cucitele e riempitele con delle piantine verdi o con dei ramoscelli di alloro. Una volta confezionate, appendetele dove preferite. https://www.ideadesigncasa.org/decorare-il-natale-in-stile-shabby-chic-20-idee/

Per rendere la vostra casa ancora più calda e accogliente, mettete qualche pianta con le bacche in cucina, nell’ ingresso e in salotto. Per rimanere in tema Shabby Chic scegliete la “Pernesia del Cile”; https://www.ideegreen.it/pernezia-del-cile-caratteristiche-129716.html arbusto sempreverde perfetto da far crescere in un vaso sia in casa che sul proprio balcone, giardino o davanzale. Le bacche hanno un colore che varia dal bianco fino al rosa, a seconda delle specie e durano tutto l’inverno. Un’altra scelta interessante è il “Sinforicarpo”, un arbusto originario dell’America Settentrionale che produce bacche che vanno dal bianco puro a tonalità rosate. https://www.casaegiardino.it/giardinaggio/sinforicarpo-sinforina-coltivazione.php Queste piante danno vita a bellissime bacche che colorano e vivacizzano gli ambienti in puro stile natalizio.

Siete degli amanti dei decori per la tavola o dei mobili della sala? Benissimo! Disponete sui tavolini e sui mobili delle candele fatte da voi con dentro delle piccole pigne secche. Crearle è facilissimo, potete aggiungere anche dei fiori o delle bacche; fate sciogliere la cera e mescolate il tutto, lasciate riposare ed ecco qui meravigliose candele natalizie pronte per essere ammirate da parenti e amici che vengono a farci visita. https://arredamentoshabby.it/decorazioni-natale-shabby-economiche/

Per l’albero di Natale potete proprio sbizzarrirvi: decorazioni di metallo a forma di cuore, campanelle e fiocchi di neve, palline di paglia intrecciata, elementi ritagliati di feltro o di pezza in tinta con i colori del shabby chic. Inoltre, potete decorare il vostro albero anche con idee fai da te usando le ghiande, sale e frutta (provate con le bucce di limone e arancia). https://www.grazia.it/casa/design/natale-shabby-chic

Fuori la porta? Ecco spuntare le nostre amatissime ghirlande. Come crearle? Semplice! Basta creare una base di rametti e poi palline bianche ed elementi di pezza a forma di giocattolo, campana o stella. https://www.westwing.it/guida/addobbi-natalizi-shabby-chic/

Che dire cara la mia squadriglia natalizia? anche questo argomento offre tante meravigliose idee, per questo vi lascio sempre dei link interessanti dove poter curiosare e trovare tante ispirazioni creative. https://donnaweb.net/meravigliosi-alberi-di-natale-in-stile-shabby-chic-guarda-la-gallery/

Per quanto riguarda me, ritengo che lo stile shabby chic sia sicuramente interessante e perfetto per creare decorazioni natalizie. Con questo non nego che prediligo i colori caldi e tradizionali del Natale, il rosso, il verde e l’oro, scaldano il mio cuore più che mai sopratutto se accostati ad elementi naturali color legno quercia. Voi cosa ne pensate? vi piace questo stile romantico e candido? il vostro è un Natale in stile shabby chic? fatemi sapere…

vi abbraccio forte! alla prossima…ciao!

“CHRISTKINDLMARK” UNA TRADIZIONE TUTTA EUROPEA!

Cara squadriglia natalizia, oggi parliamo nuovamente di un argomento già accennato in passato e a me tanto caro, ovvero i Mercatini Natalizi ( i Christkindlmarkt, nome originario Tedesco). Le cose da dire sono davvero tante, ma in questo articolo voglio soffermarmi sulle prime città che hanno dato vita a questa meravigliosa tradizione che, ancora oggi, ci regala magia e atmosfere da favola durante il periodo Natalizio.

Iniziamo dunque la nostra ricerca, carichi di curiosità e tanta voglia di Natale!

Come nasce la tradizione?

La storia dei Mercatini di Natale risale a molto tempo fa, quando l’organizzazione di “grandi eventi” annuali era l’unica occasione per poter fare acquisti di un certo tipo. Le fiere, infatti, erano il momento perfetto per poter visionare una vasta gamma di prodotti tra i quali poter scegliere cosa acquistare. Tali fiere si tenevano in periodi particolari dell’anno come l’Avvento.

La nascita dei mercatini di Natale sembra aver avuto origine nel 1400 tra la Germania e l’Alsazia. Molte testimonianze storiche affermano che i primi mercatini abbiano avuto luogo a Strasburgo, Dresda e Norimberga.

Nel 1400 tali stand fieristici all’insegna del Natale erano meglio conosciuti come i “Mercatini di San Nicola”, vista l’organizzazione in prossimità della festa del Santo, il 6 dicembre. La riforma protestante del 1517 vede l’abbandono del culto dei Santi e di conseguenza i Mercatini presero il nome di Christkindlmarkt cioè “Mercatini del Bambino Gesù”.

In Italia la tradizione dei Mercatini di Natale nasce negli anni ‘90 quando, gli organizzatori del Christkindlmarkt di Norimberga decisero di organizzare un evento similare a Bolzano.

Oggi la tradizione dei Mercatini di Natale è diffusa in tutta Europa. In questi meravigliosi momenti è possibile trovare prodotti artigianali di ogni tipo e specialità gastronomiche tipiche dei Paesi del Nord.

Dove nascono i primi Mercatini di Natale?

Le fonti storiche vedono Dresda, come prima città tedesca che ospitò questo meraviglioso evento. Oggi il mercatino di Natale di Dresda è conosciuto con il nome di Striezelmarkt  e prende il nome dallo Striezel, ovvero il pane natalizio tedesco. I mercatini di Natale sembrano essere nati proprio qui nel 1434. L’aspetto medievale dei mercatini viene conservata ancora oggi per ricordare l’antichità dell’evento. Qui, è possibile ammirare anche la “piramide di Natale” più alta del mondo e godere del buon cibo gustando prodotti artigianali https://www.germany.travel/it/specials/mercatini-di-natale/mercatino-di-natale-striezelmarkt-di-dresda.html

Schwibbogen auf dem Striezelmarkt, Weihnachtsmarkt, Altmarkt, Dresden, Sachsen, Deutschland, Europa

Subito dopo troviamo la città di Strasburgo. Il Mercatino di Strasburgo nasce nel 1570 e ad oggi conta la presenza di 300 casette ricche di luci e decorazioni. Al centro del ritrovo viene posto un grande albero di Natale, tipico della tradizione popolare ed intorno a questo viene allestito un villaggio dedicato ai bambini ed una grande pista di pattinaggio http://www.strasburgo.fr/mercatini-natale-strasburgo/.

Al 1628 risale il Mercatino di Norimberga, qui ancora oggi si possono gustare le bontà della cucina bavarese ammirando lo Frauenkirche (bellissimo luogo di culto Luterano). I bambini, sono i protagonisti indiscussi in questo evento! essi infatti hanno un mercatino tutto per loro nella Hans-Sachs-Platz. Qui si possono trovare una piccola ruota panoramica, una locomotiva a vapore e la slitta di Babbo Natale vicino la Casetta dove in Caro Babbo legge le letterine di tutti i bimbi che vanno a fargli visita. Altri piccoli luoghi ricreati sono la pasticceria di Natale, la fabbrica delle candele, la vetreria, la casa della pirografia, la casa del bricolage e l’ufficio postale per bambini https://www.bavieraturismo.it/esperienze/citta-campagna-cultura/mercatini-di-natale/mercatino-di-natale-norimberga/.

Proseguendo con la nostra ricerca, troviamo Zurigo, in Svizzera. Oggi, in questa città, vengono ancora allestiti quattro mercatini come vuole la tradizione. Il mercatino di Natale alla Stazione Centrale, è sicuramente il più attrattivo ed è il più grande Mercatino d’Europa allestito al coperto, qui è possibile ammirare l’Albero di Natale addobbato con meravigliosi cristalli Swarowski. Il secondo mercatino si trova nel centro storico, dove i negozianti offrono cioccolatini che poi appendono sugli alberi. Il terzo mercatino è famoso per il coro dei bambini, che ogni pomeriggio si esibisce con canti natalizi. L’ultimo mercatino, sorge non distante dalla Stazione Centrale qui è possibile gustare tante varietà dei noti formaggi Emmenta. https://www.zuerich.com/it/visitare/natale-a-zurigo/mercatini-di-natale

In Italia?

Bolzano si giudica il titolo della prima città italiana che ospitò questo evento! Antico e suggestivo mercatino natalizio ad oggi ospita ancora oggi i suoi visitatori in un’atmosfera davvero unica. Il profumo di cannella, i dolci fatti in casa, il vin brulè, gli abeti, casette in legno, canti natalizi e tazze di cioccolato, il tutto per creare un clima natalizio incredibile. I mercatini sono collocati a piazza Walter e qui si possono gustare dolci come lo zelten con i canditi, lo strudel di mele e i biscotti fatti in casa https://www.bolzano-bozen.it/mercatino-natale-bolzano.htm.

Eccoci giunti alla fine della nostra passeggiata nella meravigliosa atmosfera da noi tanto adorata. I mercatini di Natale, come già accennato nell’intervista fatta alla nostra amica Cristina http://giuliaeilnatale.com/mercatini-di-natale-lavventura-di-cristina/, ad oggi sono tantissimi in tutta Europa e non solo. Chi vorrebbe una macchina per il teletrasporto e visitarli tutti ogni anno? io sicuramente! 

alla prossima squadriglia natalizia! un abbraccio

NATALE A NEW YORK TRA DYKER HEIGHTS, ROCKFELLER PLAZA E CENTRAL PARCK

Cara Squadriglia Natalizia, eccoci qui come di consueto per il nostro appuntamento settimanale! Oggi si vola a New York! chi di noi non ha mai sognato un Natale nella “Grande Mela”? Chi è già stato in questa maestosa città, durante questo magico periodo, racconta storie bellissime ed esperienze travolgenti!

Iniziamo passando da Dyker Heights, un quartiere a sud di Brooklyn che ogni anno, a partire dall’8 di dicembre, accende Manhattan con luci e decorazioni che attirano turisti da ogni parte del mondo. In questa zona gli abitanti illuminano le proprie case con cura e creatività, dando vita ad una vera e propria gara per far risultare la propria abitazione la più “Natalizia” dell’anno. Girare per le vie di questo quartiere è davvero emozionante, le villette sono un tripudio di luci, le marionette rallegrano i giardini e i pupazzi di neve sono di grandissime dimensini. Le facciate delle case sono ricoperte da cristalli luminosi che somigliano ad una cascata di pioggia e neve, il tutto abbraccia i visitatori in una calda atmosfera incantata senza eguali. https://www.viagginewyork.it/feste-a-new-york/natale-a-new-york/

New York ospita turisti curiosi e amanti del Natale i quali giunti nel cuore della “Grande Mela” possono ammirare l’accensione del grande albero di Natale situato davanti al Rockfeller Center. Il Maestoso albero si accende alla fine di Novembre per affascinare i passanti con le sue decorazioni fino all’inizio di Gennaio. Questo simbolo ornamentale è probabilmente l’Albero di Natale più famoso al Mondo. La sua altezza supera i 25 metri per un totale di 45 mila luci ed una meravigliosa stella Swarowski che brilla sulla punta. L’accensione dell’albero Newyorkese è accompagnata da un’allegra cerimonia che inaugura l’inizio delle festività natalizie. L’evento si svolge a fine novembre ed è un punto di ritrovo per tutti gli appassionati e i turisti che la città ospita in questo periodo dell’anno. L’albero viene esposto all’interno della Rockfeller Plaza, sotto di lui si stende una pista di pattinaggio ricca di bambini e adulti che con guanti, sciarpe e cappello si divertono a giocare tra di loro. La cerimonia è trasmessa in diretta dalla NBC, l’accesso è gratuito e molto attrattivo. L’albero di Natale viene donato dall’Associazione “no profit – Habitat for Humanity”, al termine delle festività l’albero viene trasformato in legname per la costruzione di case che ospiteranno le persone bisognose. https://www.newyorkfacile.it/eventi/vacanze-natale-new-york/



Nel nostro tour Natalizio tipicamente Newyorkese non può mancare una visita a Central Park, il grandissimo e bellissimo parco frequentato tutto l’anno da passeggiatori, sportivi e amanti del verde. Durante il Natale, Central Park, ospita diverse attrazioni e i visitatori possono ammirare gli splendidi laghi, grandi prati verdi e ponti suggestivi resi ancora più incantevoli dalle decorazioni natalizie e dalla neve. La maggior parte delle attrazioni sono nella zona Sud del parco come, per esempio, l’Harlem Meer, un laghetto dove si possono vedere 13 piccoli alberelli di Natale galleggiare sulla superficie. A Natale il parco ospita Il Wollman Rink la pista di ghiaccio più conosciuta in tutto il mondo dove gli amanti dello sport e del divertimento possono pattinare e giocare ad Hockey! In fine la Claremont Riding Academy offre la possibilità di passeggiare per il parco innevato in sella al proprio cavallo. Il Tavern On the Green, famoso ristorante nel cuore del Central Park, ospita i visitatori per bere il “bicchiere della staffa”, mentre ai cavalli vengono servite le “Carote di Natale” su grandi piatti d’argento. https://www.newyorkcity.it/la-stagione-natalizia-a-new-york/

Un’ altro meraviglioso viaggio termina qui, con il cuore colmo di allegria e tanta curiosità sempre viva! Chi di voi ha trascorso il Natale a New York? Quanti di voi lo hanno in programma? io sicuramente non me lo faccio scappare!

Un saluto Squadriglia, alla prossima!

“LA CASA DEL NATALE” MAGIA NEL “CUORE” DI SAN MARINO!

Cara Squadriglia Natalizia, quanto mi piace viaggiare, curiosare e conoscere persone interessanti con le quali condividere bellissimi momenti! Il Natale per me è anche questo condividere momenti magici! Questa volta sono capitata a San Marino, meraviglioso Paese ricco di storia e tante leggende. Immerso in un bellissimo contesto culturale ho incontrato Pier Luigi, proprietario insieme alla sua famiglia del negozio “La Casa del Natale”!

Come il miele attira le api, il Natale mi chiama in ogni dove e mi regala amicizie e storie che amo ascoltare! Ecco a voi l’incontro con un altro grande amante del Natale, Pier Luigi…

Ciao Pier Luigi, grazie per essere qui a raccontarci di te e della tua bellissima attività! Sono davvero felice che hai accettato questa intervista!

Un idea tutta Natalizia! raccontaci come nasce questo progetto e come si è evoluto nel tempo!

Ciao Giulia, grazie a te per avermi contattato, è davvero un piacere!

L’idea è nata a metà anni novanta quando insieme alla mia famiglia abbiamo visitato un negozio in Canada… Il “pallino del Natale tutto l’anno”, lo abbiamo sempre avuto fino a che dieci anni fa abbiamo realizzato un negozio molto particolare dove ha preso vita la nostra passione sempre viva per questa festa… Appena si entra nel nostro shop ci si immerge nel “villaggio di Natale” ricco di piccole casette decorate, salendo le scale si entra nella stanza di Babbo Natale addobbato con letto e camino e poi si va nella camera dei giochi del caro Babbo!!!

Wow! che bellezza! Tutti i prodotti sono prettamente in stile “Natale” che meraviglia! proponi anche prodotti di artigianato ricercati da collezionisti? 

Abbiamo oggetti da collezionismo e oggetti ricercati… Non sempre si ha tutto ma teniamo una buona gamma di prodotti Natalizi.. Dai carillon alle porcellane, presepistica, angeli e tanti Babbi Natale!!!

Ci sono diverse categorie di articoli! qual’è il prodotto più richiesto?

In questi ultimi anni vanno tantissimo i carillon all’americana… Veri e propri villaggi in movimento!!!

Immagino ci sia una grande ricerca dietro ai prodotti che proponi ai tuoi clienti, come trovi il prodotto giusto?

Mi lascio guidare dalla passione, mi pongo sempre questa domanda: ” Se dovessi comprarlo, lo comprerei per casa mia?” Se la risposta è “si” allora è il prodotto giusto. Non sempre seleziono da solo i prodotti, spesso condivido la scelta con la mia famiglia!

Il negozio si trova nel cuore di San Marino ottimo scenario direi! Siete aperti tutto l’anno? partecipate anche ad eventi, mercatini, mostre? vendita on line?

Il negozio è nel cuore di San Marino, patrimonio dell’UNESCO https://www.sanmarinosite.com/ … Siamo aperti tutto l’anno! Purtroppo non abbiamo la possibilità di partecipare ai mercatini ma i nostri prodotti (la maggior parte) si possono visionare sul nostro sito http://www.lacasadelnatale.com/ e su facebook dove pubblichiamo in anteprima tutti i prodotti arrivati e condividiamo tanti filmati del nostro negozio!!!

Raccontami un giornata tipo del tuo lavoro! hai qualcuno che ti aiuta?

In negozio abbiamo due addette vendita vestite con abbigliamento natalizio… Ogni tanto facciamo apparire magicamente Babbo Natale anche durante l’anno… In più ad agosto ogni tanto facciamo anche nevicare!!!!

Oh ma è fantastico! Una favola! Quale sensazione vuoi trasmettere a tutte le persone che entrano nel tuo negozio?

Vogliamo trasmettere felicità e allegria! Quando entri nel nostro shop lasci fuori tutti i problemi e le tristezze, la nostra volontà è quella di far sentire le persone immerse in un contesto Natalizio sereno e ricco di gioia… Poi i clienti vengono sempre coccolati e serviti con gentilezza!!!.. Quando escono… rientrano nel mondo “normale” la nostra speranza è quella di aver trasmesso loro almeno un po’ di energia positiva!

Immagino famiglie con bambini che ammirano curiosi i tuoi articoli! i bambini ne sono affascinati immagino! Ricordi una famiglia in particolare o un cliente che ti ha lasciato un bellissimo ricordo?

Tutti mi lasciano un bellissimo ricordo… Anzi… Ormai tanti clienti sono diventati amici, persone provenienti da tutto il mondo…i bambini, il sorriso delle persone adulte che ritrovano il “fanciullino” che è in loro…non saprei fare una scelta! l’entusiasmo di chi entra nel nostro shop mi scalda sempre il cuore!

Hai mai avuto richieste particolari, un complimento particolare che ti ha piacevolmente sorpreso?

Ammetto di non aver mai avuto richieste particolari…Ogni complimento per me è un tesoro da custodire nel cuore, che mi da gioia! Un gesto amorevole, una parola buona, un sorriso…questo è il Natale che deve restare vivo tutto l’anno.

C’è qualche novità che puoi svelarci per il Natale 2020? Siamo curiosi…

In questo momento stanno arrivando tanti articoli bellissimi da vedere! ho tante idee nella testa da proporre e alle quali dare vita, sono sempre operativo ed entusiasta! Sulla nostra pagina Facebook si possono visualizzare e commentare gli articoli appena arrivati in negozio! (quindi… se site curiosi… Seguite la nostra pagina e vedrete tutte le novità quando arrivano!!!)

Pier Luigi ti ringrazio davvero tanto per aver condiviso con noi la tua storia! Verrò a trovare presto, promesso! Non vedo l’ora!

Grazie a te Giulia! è stato davvero un piacere, ti aspetto con gioia!

Un’altra intervista termina qui Squadriglia natalizia, si scoprono mondi sempre nuovi e sempre belli! non credete? non siete sempre più curiosi?

a presto! ciao!